Salta al contenuto
Rss






Feudalesimo e presenze religiose nel Medioevo

Il buio documentario su Carpignano si dirada parzialmente dal secolo X.
Gli studi dello Schiaparelli all'inizio del nostro secolo hanno dimostrato falso un documento dell'anno 901, nel quale era nominato Adalgisus de Calpiniano a fianco del vescovo Garibaldo di Novara in qualità di suo advocatus, in una causa contro il vescovo Sebastiano di Vercelli per il possesso del monastero di Lucedio.
Il primo documento autentico, purtroppo non datato e frammentario, che riguardi Carpignano è di poco posteriore alla metà del secolo X.
Vi si ricorda che una donna di nome Milisenda e suo marito vendono al diacono Attone una quarantina di appezzamenti dall'ubicazione incerta.
I toponimi che vi sono menzionati (a Bociola, a Budri, a la Cella Ba..., a Cusina) non sono documentati altrimenti per Carpignano, il che induce a collocare altrove gli immobili, forse nei pressi di Abbiategrasso, luogo di provenienza di uno dei testimoni dell'atto.
Ciò che a noi interessa (ed è l'unica informazione certa ricavabile dall'atto) è che il documento fu rogato castrum Calpiniano, cioè "nel castello di Carpignano".
Se il documento è riferibile (come sembra legittimo) al nostro Carpignano e non ad altra località omonima, allora il suo castrum potrà rientrare fra i molti sorti a partire dall'inizio del secolo X al tempo dei conflitti tra re Berengario e gli Ungari dapprima, e subito dopo tra di lui e i fautori del suo avversario Ludovico III, come è sicuro per altri castelli del Novarese.
Analogamente ad altri fortilizi della nostra zona, anche il castrum di Carpignano sorse con perimetro irregolarmente anulare, su di un leggero rialzo naturale del terreno.
Era delimitato da una cinta, forse inizialmente costruita con pali e tronchi d'albero, poi sostituita da mura e torri in ciottoli e mattoni, attorno alla quale era scavato un fossato alimentato con le acque del vicino canale naturale che nel secolo XIII sarebbe divenuto roggia del comune novarese (oggi roggia Busca).
Il castello del nostro villaggio presentava un unico accesso, verso oriente: gli altri accessi che oggi sono in uso (quelli a sud da vicolo Carducci, a ovest da via Manzoni e a nord da via della Fossa) furono praticati solo tra il secolo scorso e l'attuale, dopo la bonifica della fossa anulare e dell'avvallamento del Baraggiolo (via Manzoni e adiacenze).


'Carpignano Sesia' a cura dell'Associazione Turistica Pro Loco Tratto da:
"Carpignano Sesia"
a cura dell'Associazione Turistica Pro Loco, Interlinea
Novara, 1997, tutti i diritti riservati





Inizio Pagina Comune di CARPIGNANO SESIA (NO) - Sito Ufficiale
Piazza Volontari Liberta' n.4 - 28064 CARPIGNANO SESIA (NO) - Italy
Tel. (+39)0321.824401 - Fax (+39)0321.824444
Codice Fiscale: 80005390036 - Partita IVA: 00431350032
EMail: info@comune.carpignanosesia.no.it
Posta Elettronica Certificata: carpignanosesia@pcert.it
Web: http://www.comune.carpignanosesia.no.it


|